Nyerere e Biko

La passione per la Storia e per le culture dell’Africa è nata molti anni fa. Ho la fortuna di scrivere Articoli incentrati su questo grande, multiforme e variegato continente. E questa passione mi ha portata a pubblicare due libri, diversi tra loro, ma accomunati dal filo d’oro della Storia. Perché per capire il presente dell’Africa occorre guardare anche al suo passato.
Il movimento della Consapevolezza Nera in Sudafrica. Dalle origini al lascito di Stephen Biko

Nel 1994, terminava ufficialmente l’apartheid in Sudafrica, una lunga, tormentata epoca impregnata di razzismo. In quello storico anno nasceva la “nazione arcobaleno”, sostenuta dalla presidenza di Nelson Mandela. La democrazia che la società sudafricana vive oggi è stata il frutto delle lotte portate avanti, nei decenni precedenti, da uomini e donne comuni, da studenti, da attivisti per i diritti civili, da artisti ed esponenti dell’intellighenzia africana, e da figure politiche dotate della consapevolezza di poter modificare lo status quo edificato con tanta tenacia da una minoranza bianca auto-definitasi “popolo eletto”.

Un ruolo importante nell’infondere orgoglio e speranze tra i neri sudafricani lo ha avuto il Black Consciousness Movement (BCM), il movimento della Consapevolezza Nera, il cui maggiore esponente è stato Stephen Biko (1946-1977).

Il presente saggio descrive il contesto storico in cui fu attivo il BCM (anni ’60 e ’70 del XX secolo), gli influssi (Frantz Fanon, Malcolm X, il Black Power afro-americano) ai quali si sono ispirati i componenti del movimento, oltre che le iniziative realizzate per trasformare il nero sudafricano non più oggetto della storia, ma soggetto attivo, artefice della sua stessa liberazione dal razzismo. L’intento del volume è illustrare la complessità del movimento, il suo richiamo verso la liberazione psicologica e la formazione di un’identità black positiva, nonché l’impatto che ha avuto sullo sviluppo di una nuova generazione di sudafricani più sicura delle proprie potenzialità di cambiamento sociale. Una generazione che costituì linfa vitale per la rinascita dell’African National Congress dopo la rivolta di Soweto. Non a caso, il 12 settembre 1997, in occasione del ventesimo anniversario della morte di Biko, Mandela ha pronunciato queste parole: “La spinta propulsiva della Consapevolezza Nera è stata quella di iniettare orgoglio e unità tra tutti gli oppressi, di sventare la strategia del divide et impera, e di generare nel popolo la fiducia di poter sconfiggere l’oppressione”.

Grazie alla Erga, casa editrice – con sede a Genova – seria e affidabile, attenta a determinate tematiche storico-sociali e politiche, diffondo questo mio scritto per ricordare Biko, il BCM e per sottolineare come gli spettri del razzismo non debbano Mai essere dimenticati per non permettere a folli politici – molti ancora in circolazione – di attuare politiche segregazioniste e separatiste.

Per acquistarlo on line si può accedere al sito di IBS o Amazon
Guarda l’Indice de Il movimento della Consapevolezza Nera in Sudafrica. Dalle origini al lascito di Stephen Biko
Recensione del mio libro nella Rubrica libri di Focus on Africa

Nyerere, il maestro
Vita e utopie di un padre dell’Africa, cristiano e socialista
Il volume è disponibile anche su IBS e Amazon

Il volume è stato tradotto anche in Francese. Per maggiori info leggi qui

Contenuti:
Julius Kambarage Nyerere (1922-1999) è una delle figure più luminose del Novecento. Primo presidente della Tanzania, interpretò il potere come servizio a una nazione-famiglia, adottando un’estrema sobrietà nella sua vita privata. Il socialismo africano è stato il suo progetto politico-economico non meno che culturale: un’utopia da attuare nutrendo l’autofiducia degli africani. Alla sua uscita di scena, Nyerere lasciava un paese pacifico e unito, per quanto ancora povero. Questa biografia ci restituisce «la magistrale lezione del Mwalimu, il “maestro” della Tanzania che ha osato pensare il nuovo nel suo paese e per l’Africa» (J.-L. Touadi). Se n’era accorto anche un ventenne di nome Marco Biagi – lo stesso Biagi che verrà ucciso nel 2002 dalle Brigate rosse – il quale scrisse, dopo un soggiorno in Tanzania, alcuni documentati articoli per l’Avanti!. Cattolico convinto, Nyerere prendeva ispirazione dall’ideale di vita comunitaria degli Atti degli Apostoli. Caso singolare per un capo di stato, è in corso la causa di beatificazione.

Prefazione di Jean-Léonard Touadi

Sono felice di annunciare che il mio libro-biografia Nyerere, il maestro (Bologna, EMI, 2012), dedicato al padre della Tanzania libera dal colonialismo è stato tradotto in francese e pubblicato in Africa, in particolare è uscito nella Repubblica Democratica del Congo col titolo Nyerere, le maître, edito dalla Médiaspaul. La prefazione è di Aubin Minaku Ndjalandjoko, Presidente dell’Assemblea Nazionale della RDC, il quale ha partecipato anche alla presentazione ufficiale del libro tenutasi a Kinshasa nella primavera scorsa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *