La guerra dimenticata in Sudan

Ci sono guerre che non fanno notizia. Eppure, le conseguenze di ogni conflitto armato sono le stesse – o sono comunque simili – a ogni latitudine del globo. La guerra in Sudan dura da oltre 300 giorni e i dati diffusi dall’UNICEF risultano allarmanti: sono ben 14 milioni i bambini che hanno bisogno di assistenza e molti …

A 10 anni dalla morte di Nelson Mandela, le sue idee ancora attuali

Sono passati 10 anni da quel 5 dicembre 2013. Una data triste per il Sudafrica e per il mondo intero, perché esalava l’ultimo respiro Nelson Mandela. Primo Presidente democraticamente eletto della “Rainbow Nation”, nonché premio Nobel per la Pace nel 1993, Madiba – come viene ancora chiamato familiarmente da tanti suoi connazionali – ha lasciato, in questo …

Al via la COP28: è tempo di agire per proteggere i poveri e la Terra

Dal 30 novembre al 12 dicembre, a Dubai (Emirati arabi uniti) si svolge un evento cruciale per il futuro del pianeta, ovvero la 28ª conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 28). Questo importante vertice mondiale vedrà riuniti più di 60mila delegati. Oltre agli Stati membri della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (CCNUCC), vi parteciperanno, …

Proteggere le foreste tropicali ed evitare la catastrofe climatica

Il Summit dei rappresentanti dei tre principali bacini forestali tropicali del mondo tenutosi a Brazzaville, è stata l’occasione per sottolineare quanto sia urgente proteggere le foreste, i polmoni verdi della nostra Casa Comune e importanti regolatori del clima globale. Si è di recente concluso a Brazzaville il Summit dei rappresentanti dei tre principali bacini forestali …

Amilcar Cabral, un ricordo a 50 anni dal suo assassinio

Nella storia recente del panafricanismo Amilcar Cabral riveste un ruolo centrale. Il suo nome è indissolubilmente legato all’indipendenza della Guinea-Bissau e di Capo Verde. Lo ricordiamo a 50 anni dal suo assassinio.   Il 20 gennaio 1973, a Conakry, Amilcar Cabral venne assassinato. La sua morte fu attuata per mano di alcuni compagni di lotta che, tradendolo, …

Niger, Francia e sfruttamento delle risorse minerarie

Mentre scriviamo, l’Unione Africana ha sospeso il Niger da tutte le istituzioni e attività “fino all’effettivo ripristino dell’ordine costituzionale” dopo il colpo di stato avvenuto nel mese scorso. Mentre la CEDAO (la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale) – che aveva dato il suo assenso al dispiegamento di una forza militare ai confini, in attesa dell’evoluzione o …

La testimonianza dal Niger di P. Mauro Armanino

Personaggi in cerca d’autore, ovvero il golpe in Niger Dopo il recente colpo di Stato, in Niger la situazione rimane instabile e incerta, come ci racconta p. Mauro Armanio in questa sua nuova lettera/testimonianza. I confini tra realtà e finzione, come Luigi Pirandello bene evidenziava nella sua drammaturgia, sono sempre molto labili. Quanto sta accadendo in …