Pellegrini oltre l’Expo – il Cammino di Sant’Agostino in Lombardia

688

Panorama – veduta dal Santuario della Madonna Addolorata (o della Rocchetta) ad Airuno – foto di Silvia C. Turrin

E’ uscito il nuovo numero della rivista Missioni Consolata con tanti articoli tra cui un Dossier sulla Cambogia, un articolo sulla Mongolia (Incontro Interreligioso cristiano-Buddista) e un altro articolo sul Congo.

C’è anche un mio articolo dal titolo “Pellegrini oltre l’Expo” in cui parlo de Il Cammino di Sant’Agostino e in cui racconto alcuni dei capolavori artistico-religiosi della Brianza con particolare riferimento al lecchese: da San Pietro al Monte, Civate (Lc) al santuario della Rocchetta ad Airuno, passando per Madonna del Bosco, Imbersago.

756

Madonna del Bosco a Imbersago (Lc) – foto di Silvia C. Turrin

Qui di seguito un breve estratto:

“Il mondo è un libro. Chi non viaggia ne legge una pagina soltanto” affermò Sant’Agostino. Scoprire altre terre aiuta a comprendere popoli con specifiche usanze e tradizioni. Viaggiare apre la mente e il cuore, se solo si è davvero disposti a interagire con le genti del luogo visitato.

[…]

A differenza di altri Cammini ben noti, quello dedicato a Sant’Agostino si dirama in una delle zone d’Italia più densamente popolate, la Lombardia. Il percorso si snoda tra sette Province: Milano, Pavia, Lecco, Como, Bergamo, Varese, Monza e Brianza. Questo itinerario, nel cuore della frenetica e trafficata Lombardia, non deve però spaventare il pellegrino: infatti, percorrendo proprio il Cammino si scoprono tante zone verdeggianti, dove la natura ha vinto sui tentacoli del processo di cementificazione e dove ci si può rilassare, meditando, pregando, contemplando il panorama. Questo è in effetti uno dei grandi pregi di questo itinerario, quello cioè di far conoscere, in modo lento e calmo, angoli meravigliosi, a tratti bucolici e ancora agresti, di una delle regioni italiane ritenute caotiche e urbanizzate. Il Cammino di Sant’Agostino permette di osservare da un’altra prospettiva alcuni luoghi lombardi, notevoli dal punto di vista artistico e religioso.

[…]

Il Cammino di Sant’Agostino è segnalato con frecce stilizzate di colore giallo. In alcuni punti sono più visibili, in altri meno. Questo tipo di segnaletica, che si trova un po’ precaria su pali o alberi, è ancora provvisoria, in attesa di una marcatura più evidente, già individuata in un logo specifico in cui spicca una rosa stilizzata blu su sfondo giallo. Tra i percorsi del Cammino ve ne indichiamo tre, due di facile percorrenza, il terzo un po’ più impegnativo. Il primo itinerario che segnaliamo parte dal Santuario della Madonna di Czestochowa a Valgreghentino e giunge al Santuario della Madonna Addolorata (o della Rocchetta) ad Airuno.

620

Santuario della Madonna Addolorata (o della Rocchetta) ad Airuno

634

interno del Santuario della Madonna Addolorata (o della Rocchetta) ad Airuno – foto di Silvia C. Turrin

659

particolare – interno del Santuario della Madonna Addolorata (o della Rocchetta) ad Airuno (LC) – foto di Silvia C. Turrin

[…] continua tra le pagine della rivista Missioni Consolata di giugno 2015

I commenti sono chiusi