Passeggiate nel Parco naturale del Luberon

Il territorio così diversificato, la qualità dei suoi paesaggi e il suo patrimonio architettonico fanno del Luberon una zona amatissima dai turisti di tutto il mondo. Questa regione provenzale ha saputo conservare una specifica identità, tra montagne e pianure, tra città e spazi naturalistici protetti. Si ammirano falesie e gole nella zona del cosiddetto Petit Luberon, mentre a est, nel Grand Luberon, vi sono paesaggi più dolci.

Tra Cavaillon (Vaucluse) e Lurs (Alpi dell’Alta Provenza) si estende il Parco naturale regionale del Luberon, che confina a sud con la vallata della Durance, a nord coi monti del Vaucluse e a nord-est con la montagna di Lure. Il Parco è un santuario privilegiato per una ricca fauna e flora. In esso vi troviamo oltre 1800 specie vegetali, 2300 varietà di farfalle e 135 varietà di volatili. Una biodiversità alimentata proprio dalla diversificazione di rilievi, terreni e climi. Il Luberon infatti si trova alla confluenza di condizioni climatiche differenti: da un lato quelle tipiche del Mediterraneo, dall’altro quelle propriamente alpine. Ciò rende questa regione unica, rifugio prediletto di rapaci (tra cui l’aquila di Bonelli), ovini, cervi, camosci, volpi, tassi e altre specie.

balades_nature_dans_le_luberonAl Parco naturale regionale del Luberon la casa editrice DAKOTA, con sede a Parigi e a Marsiglia, ha dedicato una guida dove sono evidenziati alcune delle più belle passeggiate da effettuare in questo spazio naturalistico. Gli itinerari proposti permettono di scoprire paesaggi incantevoli. Ad ogni camminata viene specificato il tempo di percorrenza, il livello di difficoltà, aneddoti e informazioni pratiche relative al percorso, all’ambiente e alla fauna e flora.

La guida, intitolata precisamente Balades Nature dans le Parc Naturel Régional du Luberon raccoglie 15 itinerari, tra cui quello relativo alla foresta dei cedri, quello che conduce al sito delle ocre della Bruyère e, ancora, quello che porta alle falesie di Lioux.

Sono passeggiate che accompagnano il turista nei luoghi più suggestivi – e talvolta poco conosciuti – del Luberon. Aiutano il viandante le mappe dove è segnalato il percorso da compiere.

Questa guida si inserisce nella Collana Balades Nature, in cui fra l’altro troviamo anche volumi dedicati a passeggiate naturalistiche nel Parco della Camargue e in Costa Azzurra.

Silvia C. Turrin

 

Balades nature dans le Parc naturel régional du Luberon
Dakota Editions
128 pagine (con illustrazioni e mappe)

I commenti sono chiusi