partnership
Libri

Il potere della partnership

Riane Eisler è una di quelle voci provenienti da oltreoceano che andrebbe conosciuta e ascoltata. Scrittrice e attivista sociale, Riane Eisler ha fondato con il marito David Loye il Center for Partnership Studies. Avevamo già parlato di lei e del suo lavoro grazie all’illuminante libro Il Calice e la Spada (Forum editrice) in cui è tratteggiato il suo pensiero centrale, che è quello di andare oltre il modello “dominatore” (nel quale siamo ancora immersi) per fare spazio a un nuovo modello chiamato dalla Eisler “mutuale” o di “partnership”. Se Il Calice e la Spada è un testo pregno di riferimenti storici, archeologici, religiosi, nel più recente Il potere della partnership l’impronta concettuale è fortemente attuale.

In questo volume, uscito negli Stati Uniti nel 2002, ma pubblicato in Italia soltanto in questo 2018 dalla casa editrice universitaria di Udine Forum (a cui va, nuovamente, il nostro plauso), Riane Eisler sottolinea la forza con cui il modello dominatore riesce a mantenersi in vita, malgrado i numerosi scossoni socio-culturali che tentano di sostituirlo con un nuovo modello fondato su interrelazioni di partnership e non più su rapporti di dominio verticali.

partnershipSecondo la studiosa nata a Vienna nel 1931, le società sono “abituate” a questo modello di dominio in tutte le sfere della vita: dalla sfera privata (in molte famiglie “domina” ancora l’uomo, marito o padre) alla sfera politica (in cui permane un controllo e una gestione della cosa pubblica dall’alto verso il basso), dalla sfera economica (la maggioranza delle ricchezze al mondo è detenuta da un piccolo gruppo di persone formato da 225 persone facoltose!) alla sfera religiosa (varie religioni mettono al vertice l’uomo, il Padre, negando diritti alla donna, alla Madre).

Se il modello di dominio (a vari livelli, a seconda della comunità che si analizza) appare una consuetudine “normale”, che non può mutare, nella realtà esso si rivela ormai in crisi. Basti pensare al rapporto di dominio che l’essere umano ha stabilito con la Natura. Proprio tale rapporto di continuo sfruttamento si sta rivelando negli ultimi anni sempre più evidente e sempre più sconvolgente per il pianeta e per l’intera umanità.

Il modello di dominio politico ed economico hanno portato alla crisi ecologica della Terra.

Questo basterebbe per iniziare a cambiare seriamente prospettiva. Riane Eisler in questo libro ci invita a mutare prospettiva, a modificare la lente con cui guardiamo noi stessi e il mondo. Per avviare questa trasformazione dal modello di dominio al modello di partership, Riane Eisler ci suggerisce azioni concrete da attuare nella vita di ogni giorno.

Per esempio, anziché acquistare prodotti e servizi forniti da aziende eticamente compromesse (perché il lavoro minorile, sfruttano i loro dipendenti, violano i diritti umani, inquinano, ecc.) occorre privilegiare aziende responsabili sul piano sociale, economico e ambientale. Un altro modo è quello di sostenere quelle organizzazioni serie che agiscono in favore dei diritti delle donne, dei bambini, dei bisognosi, dei senzatetto. Efficace è anche creare petizioni, o gruppi di pressione affinché vengano maggiormente valorizzati i lavori basati sulla cura degli altri, in quanto fondamento essenziale di una economia e di una società più giusta, equa e, appunto, di cura.

Il potere della partnership è un libro denso di idee, di suggerimenti e di analisi che mostrano quanto sia fondamentale, per l’intera umanità e per il nostro bellissimo pianeta, trasformare i rapporti di dominio in rapporti di rispetto, di cura e di mutualità.

Silvia C. Turrin

Se la maggioranza delle élite politiche non sta affatto prendendo seriamente in considerazione la tutela
La natura ci ama, siamo noi che non lo capiamo e continuiamo ad adottare comportamenti
In quest’epoca così confusa, piena di contraddizioni, in cui sembrano prevalere atteggiamenti di dominio, sopraffazione
L'immersione nei boschi ispirandosi allo shintoismo giapponese e al buddhismo zen In un documento ONU
La buona salute comincia da un’alimentazione equilibrata e sana. Questa è una convinzione antica quanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *