Swami Kriyananda, un ricordo

Swami Kriyananda ha lasciato il corpo per liberarsi nella Luce Divina domenica 21 aprile, verso le 8 del mattino. Diretto discepolo del Maestro Paramhansa Yogananda Swami Kriyananda ha cercato di portare un po’ di saggezza nell’Occidente materialista e ancora pieno di ego.

Tante persone si avvicinano e praticano lo yoga, molte con autentica sincerità e umiltà, altre-troppe… per il proprio ego, per trovare adepti e per praticare qualche tecnica di marketing utile per guadagnare un po’.

Il volto dello yoga è ben lontano dall’ego, dai soldi e dal marketing…

Riporto qui di seguito uno dei tanti scritti del Maestro Swami Kriyananda dedicato alla Gentilezza, qualità che è sempre più rara da trovare in Italia.

Quando giungerai a considerare tutti gli esseri umani come membri della tua grande famiglia, come tuoi fratelli, sorelle, madri, padri e figli, allora scoprirai che, ovunque tu vada, l’amore ti attende e ti dà il benvenuto! È Dio che risponde al tuo sguardo, quando tu Lo scorgi in tutti!

La gentilezza è riconoscere che tutti sono parte di noi. Essa deriva dal non tener conto di ciò che gli altri pensano di noi. Viene dalla semplice comprensione che la gentilezza è di per sé una ricompensa, che merita di essere donata agli altri in quanto fonte di grande dolcezza in noi. Se il tuo cuore non ha confini, l’universo stesso diventa la tua casa!

 

I commenti sono chiusi.