La Dea che è in te

Le antiche civiltà, i miti e talune concezioni sacre del passato vengono recuperate sempre più in quest’epoca turbolenta e instabile. In un mondo che corre troppo verso una realtà virtuale/digitale e le tecnologie futuristiche, tante donne stanno riscoprendo la loro femminilità attraverso figure come la mesopotamica Lilith, o la dea greca Atena, o ancora, Kali, la battagliera divinità indù.  In ogni civiltà, anche la più remota, troviamo miti che possiamo considerare archetipi e per questo il loro influsso rimane intenso, al di là del tempo e dello spazio.

Ispirandosi proprio ad antiche divinità, Elizabeth Foley e Beth Coates (le autrici di Cosa farebbe Frida Kahlo?)  accompagnano le donne del Nuovo Millennio in un viaggio alla scoperta di se stesse per il tramite di mitologie affascinanti. “La Dea che è in te” (Sonzogno) è un libro che ci mostra i vari volti del femminile: figure del passato e miti che racchiudono caratteristiche nelle quali una donna contemporanea può identificarsi o riconoscersi.

Un viaggio interiore

Attraverso antiche mitologie, grazie alle spiegazioni – talvolta ludiche, a tratti ironiche – di Elizabeth e Beth, possiamo non solo scoprire tanti tratti dell’anima femminile, ma anche risvegliare qualità latenti, non ancora manifeste. Per esempio, grazie alla Sumera Inanna, impariamo a far emergere il nostro coraggio, con la cinese Mazu possiamo apprendere l’arte della gentilezza e con Tara Verde – bellissima figura femminile tibetana – riusciamo ad affrontare le nostre paure, sviluppando saggezza e compassione.

Quello che ci invitano a fare Elizabeth Foley e Beth Coates è un percorso storico, archetipico, mitologico che ci conduce dentro di noi. Le storie narrate nel libro ci mostrano lati della nostra personalità che, forse, avevamo accantonato, o che non avevamo mai considerato. Ogni donna nasconde dentro di sé una Dea, o più Dee. Le varie divinità femminili possono ispirarci e aiutarci ad affrontare questo periodo instabile e complesso, permettendo finalmente quell’emancipazione che porterà armonia tra le energie Yin e Yang, tra il femminile e il maschile (come nell’emblematico simbolo del Tao).

Silvia C. Turrin

 

Le Autrici
Elizabeth Foley e Beth Coates sono entrambe scrittrici e editor londinesi. Con Sonzogno, hanno pubblicato il fortunato Cosa farebbe Frida Kahlo? nel 2019.
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *